Automazione

L'Area Automazione di Sogea ha realizzato, in collaborazione con BNP, un sistema di supervisione e di acquisizione dati, che potremmo definire come SCADA dipartimentale, in grado di dialogare con sistemi di automazione/PLC per governare e controllare un processo produttivo di una azienda leader del mercato automotive. L'Area Automazione di Sogea è sempre più impegnata a concretizzare le competenze e le esperienze acquisite in prodotti fortemente innovativi, in grado di offrire ai clienti soluzioni migliorative in termini di qualità, efficienza e costi.

SAI/LAUNDRY è la soluzione pensata per aumentare l'efficienza interna delle lavanderie industriali: rende sicuro il trattamento dei capi, permette di tracciare l'intero processo di lavorazioneche essi subiscono e di documentarlo al cliente finale.

Il perno centrale della soluzione SAI/LAUNDRY è il sistema di scaffalature cablate costituito da celle numerate dotate di segnalazione luminosa multicolore. Tale sistema, coperto da brevetto industriale Sogea/Bnp prevede che i capi vengano convogliati nell'area di smistamento dove verranno identificati da uno o più operatori; il programma determinerà la scaffalatura e la cella nella quale dovrà essere depositato il capo e lo segnalerà attraverso l'accensione di una lampada colorata. L'operatore posizionerà il capo nella cella con la luce accesa passando davanti ad una fotocellula che determinerà la conclusione del deposito, permettendo di procedere con i depositi successivi.

Il programma gestisce sia le concorrenze (più capi nella stessa cella) sia l'utilizzo di celle di deposito errate. Una volta che la scaffalatura cablata sarà totalmente occupata verrà spostata nell'area di imbustamento e spedizione; l'operatore avrà qui la possibilità di visualizzare l'elenco di tutti i clienti  (come per esempio strutture socio-sanitarie o reparti di esse) che hanno capi in lavorazione e potrà scegliere la struttura per individuare i capi lavati ad essa destinati: le luci delle celle contenenti i capi da consegnare si accenderanno una alla volta in ordine di scarico (per esempio per struttura socio-sanitaria, reparto, ospite), nel prelevare i capi verrà attivata la fotocellula permettendo al sistema di controllare eventuali errori dell'operatore.